Bando sicurezza 2021 rivolto alle piccole imprese esposti a fatti criminosi appartenenti a tutti i settori di attività

Contributi a fondo perduto per l’installazione di sistemi di sicurezza: priorità agli impianti antirapina collegati in video con le forze dell’ordine.

DOMANDE DA GIOVEDÌ 1 APRILE A VENERDÌ 30 APRILE 2021.

BENEFICIARI:

Il contributo camerale è rivolto alle piccole imprese con meno di 50 addetti appartenenti a tutti i settori di attività. Possono presentare domanda solo le imprese che non hanno ottenuto almeno una volta, per qualsiasi tipologia di impianto, il contributo Fondo Sicurezza nelle 3 annualità precedenti (2018-2019-2020) in riferimento alla stessa localizzazione.

Tipologie di intervento:

  • a) sistemi di video-allarme antirapina conformi ai requisiti previsti dal Protocollo d’Intesa del 14/07/2009, rinnovato il 12 novembre 2013 e rinnovato il 12/12/2019, collegati in video alla Questura e ai Carabinieri;
  • b) sistemi di videosorveglianza a circuito chiuso, sistemi antintrusione con allarme acustico e nebbiogeni;
  • c) sistemi passivi: casseforti, blindature, antitaccheggio, inferriate, vetri antisfondamento e sistemi integrati di verifica, contabilizzazione e stoccaggio del denaro (l’elenco è esaustivo).

Per tutte le tipologie è ammissibile solo l’acquisto di beni/impianti nuovi

Non sono ammissibili interventi di edilizia. Non sono ammissibili i contratti di “service”, di leasing o teleleasing ed ogni altra modalità di acquisizione del bene diversa dall’acquisto.

La priorità verrà data alle imprese che installano impianti di video-allarme antirapina collegati in video con le Forze dell’Ordine – tipologia a); in primo luogo a quelle con un codice Ateco compreso tra quelli elencati all’art. 2 del regolamento e successivamente a quelle un codice attività non compreso tra quelli elencati al suddetto art. 2.

Una volta soddisfatti tutti gli antirapina a), se rimarranno risorse, verranno finanziate in ordine cronologico di arrivo le richieste relative ad impianti di tipologia b) e c).

 

CONTRIBUTO:

è fissato nella misura del 40% della spesa ammissibile fino ad un massimo di:

  • 2.400,00 euro per i sistemi di cui al punto a),
  • 960,00 euro per i sistemi di cui ai punti b) e c)

di cui il 100% a carico della Camera di Commercio.

Nel caso di Comuni aderenti all’iniziativa *, il contributo complessivo aumenterà al 50% della spesa fino ad un massimo di:

  • 3.000,00 euro per i sistemi di cui al punto a),
  • 1.200,00 euro per i sistemi di cui ai punti b) e c)

L’aiuto concesso non è cumulabile con altri interventi pubblici agevolativi aventi ad oggetto le stesse spese.

Ammissibili le spese già sostenute a partire dal 1/10/2020, alla domanda andranno allegati i preventivi di spesa o le fatture già ricevute.

 

LE DOMANDE TELEMATICHE POTRANNO ESSERE PRESENTATE A PARTIRE DA:

  • ore 10,00 di giovedì 1 aprile fino alle ore 20,00 di venerdì 30 aprile 2021,

con possibilità di precompilazione a partire da lunedì 15 marzo 2021.

Lo studio resta a disposizione per ulteriori chiarimenti in merito.

* Bomporto, Campogalliano, Carpi, Castelnuovo Rangone, Castelvetro, Cavezzo, Concordia S/S, Fanano, Finale Emilia, Fiorano Modenese, Formigine, Guiglia, Maranello, Marano S/P, Medolla, Mirandola, Montese, Novi di Modena, Pavullo N/F, Ravarino, Riolunato, San Felice S/P, San Possidonio, Sassuolo, Savignano, Serramazzoni, Soliera, Vignola e Zocca.

Più di

0

anni d’esperienza

I nostri Team di Esperti hanno una consolidata esperienza nella gestione del distacco dei lavoratori, pratiche d’immigrazione e servizi fiscali in Italia e nel mondo.

Scelti da

0

clienti nel 2021

Prenota una call con i nostri Esperti

Scegli data e ora che preferisci per prenotare una consulenza con i nostri Esperti.

Richiedi un preventivo al form sottostante