Travel Security:
Sezione Speciale MOG 231

Specializzata per la gestione delle trasferte dei lavoratori all’estero

gestione specializzata trasferte all’estero

A chi è rivolta la sezione speciale travel security?

La Sezione Speciale Travel Security è rivolta a tutte quelle Aziende che operano all’estero e sono munite di un Modello Organizzativo e Gestionale ex D.lgs. 231/2001.
Sebbene il MOG 231 disciplini i comportamenti aziendali, spesso l’ambito delle trasferte all’estero non viene dovutamente approfondito
sicurezza lavoratori in trasferta all'estero

modello di organizzazione e gestione 231

Per cosa è stata elaborata la sezione speciale travel security?

La Sezione Special Travel Security è volta ad individuare i processi che l’Azienda deve introdurre all’interno delle proprie procedure aziendali con finalità di protezione e prevenzione del dipendente in vista della trasferta all’estero.

La Sezione Speciale Travel Security mira ad aggiungere al proprio Modello 231 delle considerazioni introduttive a cui seguono analisi specifiche riguardo l’attività lavorativa che viene svolta all’estero.

Grazie a tale analisi, è possibile per l’Azienda definire l’ambito del rischio a cui sarà esposto il lavoratore, tenendo in considerazione l’area in cui si opera.

orientare RSPP ed HR

Perchè integrarla nel MOG 231?

La Sezione Speciale Travel Security permette di orientare figure aziendali come RSPP ed HR manager nella definizione dei comportamenti richiesti in tutela del lavoratore in missione all’estero nel rispetto della normativa italiana.

L’Azienda ha infatti l’obbligo di tutelare sia i lavoratori subordinati alle dipendenze dell’Azienda, sia tutti i collaboratori esterni (es. Liberi professionisti, Società in appalto) con i quali la stessa intrattiene relazioni di lavoro in forma autonoma o inviati all’estero per suo conto.

comportamenti e procedure pre, durante e post trasferta

Cosa prevede la sezione speciale travel security?

1. Conservazione Documenti

per tenere traccia delle trasferte all'estero

2. Valutazione Rischio

solo fonti governative e sovrannazionali

3. Attivazione Processi

a tutela di tragitto e permanenza

1. Archiviazione Documentazione Travel Security

per tenere traccia di tutte le trasferte di lavoro

La Sezione Speciale Travel Security prevede la creazione di un archivio accessibile a selezionate figure aziendali (es. dipendenti ed HR), per tenere traccia di tutte le trasferte o trasferimenti di sede di lavoro dei lavoratori.

L’accesso viene garantito con funzioni di sola lettura o scrittura in base al ruolo ricoperto.

Cosa permette l’archivio

Prima dell’invio di ogni dipendente al di fuori della sede ordinaria di lavoro italiana, l’Azienda deve valutare correttamente il livello di Rischio attenzionando le aree precise all’interno dei Paesi esteri di destinazione, tenendo anche conto del tragitto che dovrà compiere il lavoratore.

classificazione rischio aree di destinazione

2. Valutazione Rischio

secondo fonti governative ufficiali

3. Attivazione Processi

secondo il livello di rischio di tragitto e permanenza

In base al livello di rischio riscontrato nel tragitto e/o permanenza all’estero, l’Azienda si impegna ad attivare un processo condiviso con i Responsabili Sicurezza. Il processo sarà diverso a seconda del livello di rischio riscontrato.

La Sezione Speciale Travel Security consente agli operatori aziendali ad applicare azioni automatiche, determinate esclusivamente da elementi oggettivi. Si evitano, pertanto, azioni determinate da decisioni soggettive e potenziali valutazioni errate.

L’Azienda è tenuta a:

Prenota una video-call gratuita con i nostri Esperti

scegli data e ora che preferisci per prenotare una consulenza, o compila il form sottostante per richiedere un preventivo.

Richiedi un preventivo dai nostri Esperti

Compila il form sottostante per inquadrare la tua casistica: vi risponderemo entro 2 giorni lavorativi.
La richiesta è gratuita.