Procura in Italia

learn about the Italian power of attorney and how you can apply

Guida completa su come richiedere la Procura.

La Procura in Italia è regolata dal Codice Civile. Di seguito riportiamo le tipologie, oltre a come far richiesta per una procura valida sia in Italia che all’estero.

Indice dei contenuti

  1. Tipi di procura in Italia
  2. Come ottenere una procura valida in Italia
  3. Come rendere una procura rilasciata in Italia valida all’estero
  4. Normativa
  5. Come possiamo aiutarti
  6. Prenota una chiamata
  7. Richiedi un preventivo

 

1. Diversi tipi di procura in Italia

Ci sono due tipi di procura in Italia: la procura generale e la procura speciale.

1.1 La procura generale

Attraverso la procura generale il delegante conferisce al delegato la generale autorità di gestire ogni transazione in cui il delegante è coinvolto.

1.2 La procura speciale

Attraverso la procura speciale il delegante conferisce al delegato la specifica autorità di gestire una singola transazione. La procura speciale può essere usata in una molteplicità di situazioni. Ad esempio, è usata per acquistare proprietà immobiliari, vendere auto e amministrare eredità. Inoltre è richiesta nel processo di immigrazione per conferire a terzi o a professionisti l’autorità di presentare le richieste di visto di lavoro per lavoratori che provengono dall’estero per conto del datore di lavoro/rappresentanti legali dell’azienda.

1.3 La procura può essere revocata?

La procura può essere revocata se il delegato ha avuto un conflitto di interessi durante lo svolgimento dei doveri che la procura comporta (Art.1394 del Codice Civile). Inoltre, il delegato deve restituire il documento con il quale la procura era stata conferita dopo che la validità della stessa termina (Art.1397). Infine, art.1398 precisa che il delegato può essere ritenuto responsabile per possibili danni causati dall’aver ecceduto i limiti dell’autorità conferita dalla procura.

2. Come ottenere una procura valida in Italia

I risiedenti all’estero possono avere necessità della procura per concludere alcuni processi burocratici in Italia. Ad esempio, una procura dev’essere fornita dai cittadini extra UE che desiderano fare richiesta del visto di ricongiungimento familiare, dovendo di conseguenza incaricare un residente italiano di fare la richiesta del ricongiungimento familiare per conto loro.

In casi di questo tipo il delegante deve prendere un appuntamento presso uno studio notarile nel paese di residenza. Lo studio notarile rilascerà una procura conforme con le leggi e normative nazionali. Solitamente all’estero i notai rilasciano il documento nella lingua del paese oppure in una lingua usata internazionalmente come l’inglese.

Affinché abbia valore per l’autorità o l’istituzione che ne fa richiesta, la procura deve essere tradotta in italiano.

Nonostante venga fatta una stesura su misura per ogni richiesta, la procura dovrebbe sempre includere un’indicazione dell’autorità conferita al delegato, determinando pertanto cosa il delegato sia autorizzato a fare. Inoltre, nella procura dovrebbero essere sempre presenti i dati personali di entrambe le parti e la data e il posto della realizzazione della firma. Infine, solitamente è presente il timbro del notaio che certifica la procura.

2.1 Legalizzazione della procura

Dopo che il documento è stato rilasciato sarà necessario legalizzarlo per conferirgli validità in Italia. Solitamente la legalizzazione richiede una preliminare attestazione realizzata dall’autorità competente nel paese estero e in seguito una seconda attestazione dalla rappresentanza italiana diplomatica o consolare nel paese estero.

Se hai bisogno di aiuto nel trovare il Consolato italiano competente guarda qui per trovare quello di competenza nel tuo paese.

Nel caso siano applicabili accordi bilaterali o esenzioni dalla necessità di legalizzare il documento (cioè le Apostille), il procedimento è più veloce e solitamente non ci si deve rivolgere al Consolato.

3. Come rendere una procura rilasciata in Italia valida all’estero

Allo stesso modo ad una procura rilasciata in Italia può essere conferita validità per un altro paese. Le procure rilasciate da notai italiani devono essere legalizzate dalla Procura della Repubblica nella provincia dove il documento è stato rilasciato. In linea di massima la Procura della Repubblica deve legalizzare documenti rilasciati dalla Corte come:

  • certificati penali,
  • copie originali di sentenze,
  • traduzioni giurate e
  • procure rilasciate da notai

 

La Procura della Repubblica legalizzerà l’autenticità della firma del notaio e il timbro di legalizzazione includerà il nome e titolo professionale completo del funzionario che attesta la firma, così come il timbro.

Nell’assenza di accordi bilaterali riguardo alla legalizzazione dei documenti o esenzioni dalla necessità di legalizzare il documento (cioè le Apostille), il documento dovrà essere ulteriormente legalizzato dalla rappresentanza diplomatica o consolare del paese estero in Italia. Solitamente la legalizzazione consolare richiede il pagamento di tasse consolari.

4. Normativa

Leggi:

Come possiamo aiutarti a legalizzare i tuoi documenti

Studio A&P può supportarti nella richiesta di legalizzazione o apostille per i tuoi documenti. Il procedimento può essere riassunto in pochi passaggi.

Invio richiesta

  1. Studio A&P risponderà entro 1 giorno lavorativo alla vostra richiesta tramite form di contatto; riceverete un preventivo dedicato con costi e tempistiche necessari;
  2. Il procedimento di legalizzazione inizia lo stesso giorno in cui viene accettato il preventivo, pagando la tariffa stabilita (tramite paypal o bonifico bancario).
 

Procedimento di legalizzazione

  1. Dovrai prima inviare i documenti originali a Studio A&P (in alcuni casi, copie dei documenti possono essere sufficienti);
  2. Dopo aver ricevuto i documenti, li consegneremo per tuo conto presso le autorità competenti;
  3. Una volta pronti, Studio A&P si occuperà di inviarvi i documenti legalizzati.
 

Le tempistiche per l’apostille si aggirano intorno ad una settimana, a seconda della provincia.

Per quanto riguarda invece la legalizzazione consolare, le tempistiche si aggirano intorno alle 2 settimane, a seconda del consolato di competenza.

Condizioni di pagamento

  1. Rimborso 100% se il servizio viene cancellato durante lo stesso giorno;
  2. Rimborso 30% se il servizio viene cancellato dopo la notifica di inizio pratica legalizzazione.
 

Corriere DHL e spese di spedizione dipendono dal Paese di destinazione dall’Italia e sono escluse dal preventivo.

Nota: la tariffa per la legalizzazione di documenti può variare in base al tuo caso specifico. La tariffa di base è €100,00 e può aumentare in base a:

  • Paese di provenienza;
  • Tipologia di documento;
  • Traduzione documento;
  • e altro ancora.

Ricevi un preventivo 1 giorno lavorativo

Più di

0

anni d’esperienza

I nostri Team di Esperti hanno una consolidata esperienza nella gestione del distacco dei lavoratori, pratiche d’immigrazione e servizi fiscali in Italia e nel mondo.

Scelti da

0

clienti nel 2021