Migrazione legale UE, le proposte della Commissione Europea per attrarre talenti

migrazione legale ue
Migrazione legale UE, le proposte della Commissione Europea per attrarre talenti

Il 27 aprile la Commissione europea ha presentato la comunicazione “Attirare competenze e talenti nell’UE” con una serie di proposte per promuovere la migrazione legale nell’UE, nell’ambito del nuovo patto sulla migrazione e l’asilo.

Una politica di migrazione legale ambiziosa e sostenibile aiuterà ad attrarre i talenti di cui le nostre economie hanno bisogno e a creare canali sicuri per raggiungere l’Europa, sostenendo la transizione verde e digitale dell’UE e contribuendo a rendere le società europee più coese e resilienti. Tra le altre cose, spiega la Commissione in una nota, si punta a un quadro legislativo rafforzato, con la revisione della direttiva sul permesso unico e della direttiva sui soggiornanti di lungo periodo.

Indice dei contenuti:

  1. Principali modifiche al permesso unico europeo
  2. Principali modifiche al permesso di soggiorno di lunga durata
  3. Progetto pilota EU Talent per gli il popolo ucraino
  4. Altre modifiche
  5. Normativa
  6. Come possiamo aiutarvi
  7. Prenota call
  8. Ottieni un preventivo

1. Principali modifiche all’autorizzazione unica europea

Le principali modifiche alla direttiva sul permesso unico (*) comprendono:

  • L’obbligo per gli Stati membri di accettare le domande presentate sia nello Stato membro di destinazione che da un Paese terzo;
  • Il termine di 4 mesi per l’emissione di una decisione deve coprire anche il rilascio del visto d’ingresso richiesto e il tempo necessario per effettuare una verifica del mercato del lavoro;
  • Il diritto del titolare del permesso di cambiare datore di lavoro durante la validità del permesso. Il permesso non deve essere ritirato in caso di disoccupazione per almeno 3 mesi;
  • Nuove disposizioni sulle sanzioni contro i datori di lavoro in caso di violazione delle condizioni di lavoro, della libertà di associazione e dell’accesso alle prestazioni di sicurezza sociale, e introduzione di meccanismi di reclamo.

Una procedura semplificata per il permesso unico che combina lavoro e residenza renderà il processo più veloce e più facile per i richiedenti e i datori di lavoro, consentendo di presentare le domande sia nei Paesi terzi che negli Stati membri dell’UE e rafforzando le garanzie di parità di trattamento e di protezione dallo sfruttamento del lavoro.

(*) Permesso di soggiorno rilasciato dalle autorità di uno Stato membro dell’UE a seguito di un’unica procedura di richiesta, che consente a un cittadino di un Paese terzo di soggiornare legalmente nel suo territorio per motivi di lavoro.
[Fonte: Commissione UE Migrazione e Affari interni].

2. Principali modifiche al permesso di soggiorno di lungo periodo in Europa

  • Il periodo di soggiorno di 5 anni richiesto può essere cumulato in diversi Stati membri. Dovrebbero essere conteggiati anche i periodi di soggiorno in regime di protezione temporanea e nazionale e come studenti;
  • Gli Stati membri dovrebbero mettere in atto meccanismi di controllo per monitorare l’effettivo soggiorno degli investitori e garantire che non si abusi di questo status;
  • Miglioramento del diritto al ricongiungimento familiare senza condizioni di integrazione, con pieno accesso al lavoro per i membri della famiglia; i figli dei residenti di lungo periodo nati nell’UE possono acquisire immediatamente lo status;
  • Facilitazione della mobilità all’interno dell’UE.

3. Progetto pilota dell’UE sui talenti per il popolo ucraino

L’invasione russa dell’Ucraina ha creato la necessità immediata di accogliere oltre 5 milioni di persone fuggite nell’UE. La prima attivazione della direttiva sulla protezione temporanea consente ai cittadini ucraini e ai loro familiari di accedere ad alloggi, scuole, assistenza sanitaria e posti di lavoro.

Quest’estate, al fine di sostenere un’integrazione riuscita nel mercato del lavoro, la Commissione lancerà un’iniziativa pilota di pool di talenti dell’UE.

La piattaforma a livello europeo aiuterà a mappare e abbinare le competenze e le qualifiche dei beneficiari di protezione temporanea con i potenziali datori di lavoro locali o di un altro Stato membro dell’UE, tenendo conto delle esigenze specifiche dei richiedenti.

4. Altri cambiamenti per la migrazione legale in Europa

Per far coincidere meglio le competenze con le esigenze del mercato del lavoro, la Commissione propone di intensificare la cooperazione operativa a livello Europeo tra gli Stati membri e i Paesi terzi partner. I lavori sono già in fase avanzata su una serie di iniziative chiave per rispondere alle esigenze del mercato del lavoro e delle competenze degli Stati membri e dei Paesi partner. Dopo il lancio dei Partenariati dei talenti nel giugno 2021, la Commissione propone ora una serie di misure per renderli operativi, al fine di approvare il primo di tali partenariati entro la fine del 2022.

La Commissione sta inoltre esplorando ulteriori modalità per l’immigrazione legale nell’UE nel medio-lungo termine. Secondo la Commissione, è utile concentrarsi su politiche lungimiranti in tre settori: assistenza, gioventù e innovazione.

Gli obiettivi della Commissione sono:

  • Attrarre competenze e talenti nei settori più scarsamente serviti e bisognosi di forza lavoro, come l’assistenza a lungo termine;
  • Offrire ai giovani l’opportunità di esplorare nuovi Paesi, approfittando dei viaggi e del lavoro;
  • Promuovere l’imprenditorialità innovativa all’interno dell’UE e investire nella sovranità tecnologica europea.

Per ulteriori informazioni, è possibile accedere alla sessione di domande e risposte – Attrarre competenze e talenti nell’UE.

Come possiamo aiutarvi

Studio A&P può aiutarvi a richiedere un visto o un permesso di soggiorno. Possiamo svolgere l’intero processo online, supportandovi durante l’intera procedura.

Passi semplici e veloci per ottenere un visto italiano:

  1. Contattateci prima di arrivare in Italia;
  2. Analizzeremo il vostro caso specifico;
  3. Riceverete una consulenza ad hoc su adempimenti, tempi e costi della procedura;
  4. Riceverete un supporto completo nella preparazione e nella presentazione di tutti i documenti necessari;
  5. Vi informeremo sugli adempimenti obbligatori da completare al vostro arrivo in Italia.

Non sapete da dove cominciare? Date un’occhiata alla nostra lista completa di visti italiani per trovare quello più adatto a voi.

Assistenza su come ottenere un permesso di soggiorno italiano

  1. A&P coordinerà con voi un appuntamento presso l’autorità competente per la richiesta;
  2. A&P vi assisterà durante l’appuntamento per il rilevamento delle impronte digitali;
  3. Infine, A&P monitorerà la domanda e vi contatterà per fissare un appuntamento dedicato per il ritiro del permesso definitivo.

Compilate il modulo sottostante per ottenere un preventivo dai nostri Esperti o prenotate direttamente una chiamata per ricevere una consulenza dedicata con A&P.

Più di

0

anni d’esperienza

I nostri Team di Esperti hanno una consolidata esperienza nella gestione del distacco dei lavoratori, pratiche d’immigrazione e servizi fiscali in Italia e nel mondo.

Scelti da

0

clienti nel 2021

Prenota una call con i nostri Esperti

Scegli data e ora che preferisci per prenotare una consulenza con i nostri Esperti. Tariffa per 30 minuti: €65,00 tutto incluso.

Richiedi un preventivo al form sottostante