Supporto da A&P

Il dovere di diligenza a tutela dei lavoratori in trasferta

Una guida introduttiva sul concetto di dovere di diligenza per i datori di lavoro e l'importanza di strutturare misure di prevenzione per la sicurezza dei lavoratori in trasferta all'estero.

Indice dei Contenuti

Il concetto di dovere di diligenza (duty of care) implica il principio secondo cui un datore di lavoro è responsabile del benessere dei propri dipendenti in ogni circostanza che comporti una prestazione professionale.

Non si tratta solamente di un obbligo etico e di una responsabilità generale, ma di un autentico obbligo di legge. Inoltre, non si limita al luogo di lavoro abituale, ma si estende a qualsiasi attività professionale condotta in un ambiente diverso, ad esempio all’estero.

Il dovere di diligenza del datore di lavoro è un aspetto di vitale importanza nella responsabilità aziendale, che al giorno d’oggi include aspetti pratici, legali ed etici. Il concetto di duty of care assume quindi un’importanza sempre maggiore, in un contesto dove gli ambienti di lavoro mutano più rapidamente e la sicurezza e benessere dei lavoratori sono priorità assoluta.

Che cos’è l’obbligo legale di diligenza?

In Italia, il principio dell’obbligo di diligenza è presente nel panorama legislativo ed è sancito da diversi decreti, si citano a titolo illustrativo il d.l. 2008/81 o nell’articolo 2087 del Codice civile. Ne consegue che, in caso di negligenza, l’azienda sarà giudicata responsabile per ogni eventuale danno arrecato al dipendente.

Maggiori informazioni sulla legislazione italiana in materia nella nostra guida sulla normativa italiana sulla sicurezza e salute dei lavoratori.

In base alla natura del pregiudizio, l’azienda può incorrere in ripercussioni economiche o reputazionali.

Per questo diventa essenziale sapere come rispettare l’obbligo di diligenza nelle circostanze usuali, ma soprattutto in quelle straordinarie.

Alcuni esempi di aree del dovere di diligenza

Il dovere di diligenza può essere suddiviso in alcune aree chiave:

  1. Sicurezza sul posto di lavoro: Il datore di lavoro devono garantire un ambiente di lavoro sicuro e sano. Ciò significa che il luogo di lavoro fisico debba essere privo di pericoli, ma anche fornire una formazione sulla sicurezza e l’attuazione di misure per prevenire incidenti e infortuni. 
  1. Salute e benessere mentale: Il titolare sono tenuti a tenere in considerazione anche la salute e il benessere mentale dei propri dipendenti. Sarebbe infatti opportuno mettere a disposizione delle risorse per la gestione dello stress, la risoluzione dei conflitti e l’accesso a servizi di supporto per la salute mentale. 
  1. Conformità legale: Il principale deve rispettare tutte le leggi sul lavoro, i regolamenti e gli standard specifici del settore per proteggere i diritti e gli interessi dei propri dipendenti. 
  1. Protezione da discriminazioni e molestie: è necessario promuovere un ambiente di lavoro inclusivo e diversificato in cui nessuna tipologia di discriminazioni, molestie e mobbing siano accettati. Questo comprende la gestione e la prevenzione di qualsiasi forma di discriminazione o molestia sul posto di lavoro. 
  1. Comunicazione efficace: è fondamentale mantenere sempre attivo un canale di comunicazione tra il principale e i dipendenti. Quest’ultimi devono essere sempre coinvolti su questioni importanti che riguardano il loro impiego e il loro benessere. Ciò comporta l’implementazione di strategie, procedure e meccanismi di feedback chiare. 

Implementazione del dovere di diligenza

Cosa deve fare, quindi, un’azienda per adempiere ai suoi obblighi di dovere di diligenza?

Innanzitutto, bisogna individuare le diverse responsabilità. In particolare, la responsabilità per quanto riguarda il dovere di diligenza può essere condivisa dal responsabile dell’azienda, dai rappresentanti delle risorse umane o da altre figure aziendali. Tuttavia, è importante che tali responsabilità siano chiaramente definite ed attribuite al fine di evitare una presunta negligenza.

La prova delle azioni necessarie intraprese per prevenire i danni è essenziale. Il dovere di diligenza, che prevede l’individuazione di standard di sicurezza prima di stipulare accordi, fa parte di questo processo.

Inoltre, per soddisfare i requisiti del dovere di diligenza, il datore di lavoro o i responsabili designati, devono poter fornire delle testimonianze che attestino l’adozione e l’implementazione di azioni necessarie al fine di prevenire qualsiasi tipo di danno.

Per soddisfare questo requisito sarà prima necessaria un’attenta analisi delle circostanze lavorative specifiche.

Dovuta diligenza come prova di misure preventive

Un primo processo che può essere evidenziato è quello della dovuta diligenza. La differenza tra il dovere di diligenza e la dovuta diligenza è che quest’ultima riguarda l’indagine che ci si aspetta che un’azienda effettui prima di stipulare un accordo (per garantire che siano rispettati determinati standard di cura), mentre il primo si riferisce al principio generale.

Il dovere di diligenza come forma di tutela oltre i confini nazionali

La semplice analisi e individuazione dei principali fattori di rischio nell’ambiente di lavoro non è sufficiente per definire il dovere di diligenza come soddisfatto. Come accennato, lo scenario più comune in cui le responsabilità del dovere di diligenza diventano ancor più di capitale importanza è quando si effettuano delle trasferte o viaggi aziendali.

Il dovere di diligenza si estende oltre i confini nazionali, rendendo essenziale per le aziende considerare la sicurezza e il benessere dei dipendenti in contesti internazionali.

Quando i dipendenti vengono inviati all’estero per lavoro, sia temporaneamente che a lungo termine, le aziende hanno la responsabilità di garantire la loro sicurezza e salute in ambienti a loro estranei.

Scopri di più sui vantaggi dell’implementazione di una procedura di risk assessment nella nostra guida su travel security e risk management.

L’importanza del processo di valutazione del rischio

In questo caso, potrebbero entrare in gioco una serie di variabili, talvolta imprevedibile, che può influenzare la sicurezza, la salute e la sicurezza dei dipendenti. Basti pensare al fatto che all’estero, le condizioni di lavoro potrebbero essere molto diverse rispetto a quelle a cui si è abituati oppure l’ambiente socio-politico potrebbe essere altrettanto diverso. Pertanto, molti fattori potrebbero rivelarsi pericolosi o dannosi per il lavoratore in trasferta. In questo contesto, si può ben comprendere come il processo di valutazione del rischio diventi fondamentale.

Strettamente associato a questo, vi è la necessità di avere un piano da attuare in caso di emergenze di diversa natura, siano esse questioni sociopolitiche o relative a calamità naturali. Garantire la sicurezza dei dipendenti è essenziale in situazioni critiche.

Per non trascurare nessun aspetto di questa complessa responsabilità, è importante che un’azienda possa fare affidamento su una figura esperta, in grado di offrire consulenza specializzata sulla sicurezza dei lavoratori, fornire informazioni personalizzate sui rischi possibili e offrire supporto continuo durante il processo di valutazione e durante il viaggio aziendale stesso.

Inoltre, i rappresentanti delle risorse umane e i responsabili della sicurezza troveranno utile l’uso di un software o di una piattaforma digitale per accedere alle informazioni sulla sicurezza, tenere traccia di tutto, monitorare la situazione e le eventuali variazioni.

L’assistenza da Studio A&P

Studio Arletti & Partners è in grado di aiutare le aziende ad adempiere i propri obblighi di dovere di diligenza. Affidandosi alla piattaforma AtlasPosting, sarà possibile affrontare tutti gli aspetti pratici menzionati sopra. Allo stesso tempo, i report geopolitici mostreranno tutte le informazioni utili per il Paese di destinazione andando a definire tutte le possibili fonti di rischio, al fine di comprenderle meglio e prevenirle.

Il nostro software assicura la conformità agli standard ISO 31030 sulla travel security.

Contatta i nostri Esperti per saperne di più e per accedere ad una demo gratuita del Software A&P per trasferte all’estero.

Contatta Studio A&P

Riferimenti Normativi

Demo gratuita del nostro Software

Scopri come pianificare trasferte di lavoro in sicurezza e minimizzare rischi penali con una demo del nostro Software Travel Risk Management.

Non perderti gli ultimi aggiornamenti

Ricevi aggiornamenti gratuiti dai nostri Esperti su immigrazione, diritto del lavoro, tassazione e altro ancora.