Supporto da A&P

Distacco dei lavoratori in Spagna

Una panoramica sugli adempimenti e obblighi da rispettare da parte delle aziende che distaccano personale in Spagna.

Indice dei Contenuti

Operiamo in
Italia e UE

Posted Workers Alliance

Qualità
ISO 9001

Il distacco dei lavoratori in Spagna, per i quali il datore di lavoro ha sede in uno Stato membro dell’UE, è regolato dalla Ley 45/1999, che recepisce la Direttiva 96/71/CE. Le disposizioni della Legge 45/1999 si applicano alle aziende straniere che distaccano temporaneamente il proprio personale in Spagna nell’ambito di una prestazione transnazionale di servizi. Gli esperti di A&P sono a vostra disposizione per supportare la vostra azienda e i vostri dipendenti nella gestione del distacco in Spagna.

Maggiori informazioni su tutte le Direttive UE in materia nella nostra guida completa sulle Direttive UE sul distacco dei lavoratori.

Invio della comunicazione di distacco in Spagna e nomina di un rappresentante domiciliato

L’azienda estera che intenda distaccare il proprio personale in Spagna, nell’ambito di una prestazione transnazionale di servizi, è tenuta a trasmettere una dichiarazione di distacco alle autorità competenti della Comunità Autonoma in cui verrà eseguita l’attività. La notifica di distacco dovrà essere inviata al più tardi un giorno prima dell’inizio del distacco.

La dichiarazione di distacco dovrà contenere i dati identificativi e di contatto del rappresentante domiciliato designato dall’azienda. Nello specifico, si tratta di una persona fisica o giuridica domiciliata in Spagna. Il contatto funge poi da collegamento con le autorità spagnole competenti. Tale rappresentante agirà per conto dell’azienda distaccante in tutte le procedure di consultazione e negoziazione che riguardano i lavoratori distaccati.

Vi sono tuttavia alcune eccezioni all’invio della notifica di distacco:

  • quando la durata del distacco è inferiore a 8 giorni e/o
  • nel caso di trasferte in cui non vi è una prestazione di servizi (conferenze, business meetings, ecc.).

Adempimenti aggiuntivi per le Agenzie Interinali

Nel caso di distacco di lavoratori somministrati, la notifica di distacco dovrà includere la certificazione rilasciata dallo Stato in cui l’agenzia risiede che abilita la stessa allo svolgimento delle attività di:

  • Somministrazione
  • Intermediazione
  • Ricerca e selezione e
  • Supporto alla ricollocazione professionale

In aggiunta, la comunicazione di distacco dovrà contenere una dichiarazione da parte dell’impresa utilizzatrice dei lavoratori. Tale dichiarazione deve indicare la necessità temporanea di avvalersi dell’agenzia di somministrazione, nonché l’indicazione del tipo di contratto in essere fra l’azienda utilizzatrice e l’agenzia interinale.

Infine, nel caso di distacco di lavoratori somministrati, la notifica di distacco dovrà essere valida sin dal primo giorno di intervento. In questo caso, non è prevista alcuna esenzione per trasferte inferiori agli 8 giorni.

Richiesta del Modello A1 per il distacco dei lavoratori in Spagna

In base al Regolamento CE 883/2004, il datore di lavoro straniero dovrà richiedere il Modello A1 per i lavoratori distaccati all’ente di sicurezza sociale di competenza.

Rispetto delle condizioni minime lavorative e salariali spagnole

Il lavoratore distaccato in Spagna da parte del datore di lavoro straniero, per svolgere una prestazione transnazionale di servizi, è soggetto alle disposizioni legali e contrattuali applicabili al personale impiegato dalle imprese dello stesso settore di attività stabilite in Spagna. Ciò implica che l’azienda distaccante dovrà garantire ai lavoratori distaccati in Spagna almeno i livelli minimi di condizioni di lavoro stabiliti dalla legislazione spagnola, in materia di:

  • diritto del lavoro
  • durata del lavoro
  • riposo compensativo
  • giorni festivi
  • orario di lavoro e lavoro notturno
  • retribuzione

Obbligo di conservazione documentale

Durante il periodo di distacco in Spagna, l’impresa distaccante dovrà tenere a disposizione una serie di documenti relativi ai lavoratori distaccati, quali, ad esempio, contratti di lavoro, buste paga, segna-ore da cui si evince l’inizio, la fine e la durata della giornata di lavoro.

L’impresa straniera dovrà necessariamente conservare tutta la documentazione relativa al distacco per un periodo di tempo non inferiore a 2 anni dalla fine del distacco.

La documentazione deve essere adeguatamente conservata e tenuta a disposizione delle autorità del lavoro spagnole.

Ulteriori adempimenti a carico delle aziende che distaccano personale in Spagna

Le imprese straniere che distaccano i propri dipendenti in Spagna per un periodo superiore a 8 giorni per svolgere attività nel settore edile sono tenute a registrarsi presso il REA (Registro Empresas Acreditadas) della Comunità Autonoma, presso cui si svolgeranno i servizi.

Tale registrazione serve a certificare che l’impresa soddisfa i requisiti in materia di prevenzione dei rischi professionali. L’azienda deve infatti dimostrare che i lavoratori impiegati nelle attività abbiano un’adeguata formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Inoltre, le aziende che appaltano o subappaltano il lavoro in cantieri edili devono verificare che anche i loro appaltatori o subappaltatori soddisfino tali requisiti.

Allo stesso modo, potrebbe essere necessario per l’azienda distaccante richiedere l’apertura di un Centro de Trabajo, al fine di informare le autorità riguardo l’inizio della nuova attività. Inoltre, per attività all’interno di cantieri in costruzione, è necessario che ogni appaltatore richieda il Libro de Subcontratación, nel quale andranno indicate le informazioni riguardo i subappaltatori coinvolti.

Lo Studio A&P tramite il supporto di partner in loco può supportare la vostra Azienda nel processo di registrazione al REA e nella gestione degli altri adempimenti.

Sanzioni in caso di inadempienza

Il Sistema sanzionatorio spagnolo stabilisce diversi livelli di gravità delle infrazioni e i relativi importi delle sanzioni:

  1. Infrazioni minori, come errori e carenze formali nella notifica: nel loro grado massimo, le multe possono raggiungere l’importo di €625.
  2. Infrazioni gravi, come la notifica tardiva o la mancata nomina di un rappresentante domiciliato. L’azienda può essere passibile di sanzioni fino a €6.250, al livello massimo.
  3. Infrazioni molto gravi, come la mancata notifica alle autorità: nella fascia massima, la sanzione imposta all’azienda può arrivare a €187.515.

Riferimenti Normativi

REGOLAMENTO (CE) N. 883/2004 del 29 aprile 2004

Fonte

Direttiva 96/71/CE del 16 dicembre 1996

Fonte

Ottieni un preventivo gratuito

Scopri di più sul Distacco dei Lavoratori in Europa

Scopri di più con le nostre guide approfondite sul Distacco dei Lavoratori nei Paesi UE. Se non sai da dove cominciare, puoi sempre dare un’occhiata al distacco dei lavoratori in Europa.

Non perderti gli ultimi aggiornamenti

Ricevi aggiornamenti gratuiti dai nostri Esperti su immigrazione, diritto del lavoro, tassazione e altro ancora.