Supporto da A&P

Visto lavorativo UK – Skilled Worker

Guida completa sul visto lavorativo UK "Skilled Worker".

Indice dei Contenuti

Italy Covid

Operiamo in
Italia e nel mondo

Siamo
Relocation Experts

Qualità
ISO 9001

Conosciuto anche come Tier 2 general visa, il visto lavorativo UK Skilled Worker è il principale visto di lavoro destinato a lavoratori stranieri qualificati da assumere presso datori di lavoro con sede nel Regno Unito.

Il visto lavorativo UK Skilled Worker consente ai lavoratori di trasferirsi nel Regno Unito a lavorare per un datore di lavoro britannico autorizzato. Questo visto può portare alla residenza permanente per il lavoratore e per i suoi familiari.

Prima di iniziare la pratica migratoria, tuttavia, è molto importante valutare i requisiti di ammissibilità e comprendere come depositare correttamente la domanda, per evitare problemi o ritardi nel conseguimento del visto.

Requisiti per ottenere il visto lavorativo UK

Chi può ottenere il visto Skilled Worker in UK?

Si qualificano per il visto lavorativo UK i candidati che:

  • Hanno ricevuto un’offerta di lavoro da un datore di lavoro britannico approvato dall’Home Office (cioè, in possesso di una licenza di sponsor). Inoltre, il datore di lavoro deve avere ottenuto un Certificate of Sponsorship (CoS) contenente informazioni sul ruolo offerto al candidato nel Regno Unito;
  • Hanno un ruolo che rientra nell’elenco delle professioni ammissibili;
  • Raggiungono i minimi salariali retributivi;
  • Dimostrano di conoscere la lingua inglese.

Se i requisiti non sono soddisfatti, il candidato può verificare se risulta idoneo per altre tipologie di visto UK.

Qual è il salario minimo per il visto Skilled Worker?

Il salario minimo dipende dal tipo di lavoro che il candidato dovrà svolgere. In ogni caso, dovrà essere l’importo più alto tra i seguenti:

  • £38.700 all’anno;
  • La “tariffa corrente” per il ruolo specifico.

È responsabilità del datore di lavoro assicurarsi che la retribuzione sia in linea con il salario minimo e che vengano rispettate le regole locali in termini di condizioni di lavoro.

Il mancato rispetto di queste condizioni può causare il rifiuto del visto.

Il test di lingua IELTS è obbligatorio per il visto Skilled Worker?

La certificazione IELTS (International English Language Testing System) è un esame di lingua inglese standard ed è uno dei fornitori approvati dall’Home Office per l’ottenimento del test di lingua inglese

Tuttavia, ci sono anche casi in cui i candidati non necessitano di dimostrare il loro livello di lingua inglese.

Si può ottenere il visto Skilled Worker senza la certificazione IELTS?

Per richiedere un visto Skilled Worker, i candidati devono dimostrare di sapere leggere, scrivere, parlare e capire l’inglese almeno a un livello B1.

È possibile dimostrarlo in diversi modi:

  • Superando un test di inglese presso un ente autorizzato;
  • Attraverso il possesso di una qualifica adeguata ottenuta con lo studio presso una scuola britannica iniziato quando si era minori di anni 18;
  • Attraverso il possesso di una qualifica accademica di livello universitario insegnata in inglese.

Esistono anche casi di esenzione dal requisito linguistico se:

  • Si è cittadini di alcuni Paesi esenti dal requisito;
  • Si è medici, dentisti, infermieri, ostetrici o veterinari e si ha già superato la relativa valutazione della lingua inglese.

Quali occupazioni sono consentite dal visto Skilled Worker?

Per verificare che la vostra occupazione sia tra quelle consentite, potete consultare la tabella delle occupazioni ammissibili resa pubblica dall’Home Office.

Si tratta di una tabella molto ampia ordinata per codice di occupazione (“SOC Code”).

Come richiedere il visto lavorativo UK

Una volta accertato il possesso di tutti i requisiti specifici per il vostro caso, potete iniziare la domanda per il visto lavorativo UK.

Come ottenere un visto di lavoro per l’Inghilterra?

Se siete residenti all’estero, dovrete compilare la domanda di visto online registrandovi sul sito web dell’Home Office. In alternativa, potete decidere di avvalervi del supporto di un consulente di immigrazione che normalmente compilerà la domanda per voi e vi guiderà nei passi successivi.

Per la corretta compilazione della domanda, è inoltre necessario dimostrare la propria identità utilizzando l’applicazione “UK Immigration: ID Check” oppure fornendo i propri dati biometrici presso un centro visti (“Visa Center Application” – VAC).

Di solito è possibile scegliere il VAC più vicino al proprio indirizzo di residenza. Sarà lì che si dovranno registrare le proprie impronte digitali e consegnare una fotografia in formato fototessera.

Quali sono i documenti richiesti per il visto lavorativo UK?

Durante la procedura di richiesta visto, sarà necessario fornire:

  • Il vostro numero di CoS;
  • Prova della conoscenza della lingua inglese;
  • Il passaporto valido;
  • Il ruolo lavorativo e lo stipendio annuale;
  • Il codice di occupazione SOC;
  • Il nome del proprio datore di lavoro (“sponsor”) e il numero di licenza dello sponsor.

A seconda del caso specifico, può essere richiesto di fornire anche:

  • La prova di possedere risparmi personali sufficienti per mantenersi nel Regno Unito;
  • La prova di parentela per i familiari a carico;
  • Il risultato del test della tubercolosi;
  • Il certificato del casellario giudiziale;
  • Altri documenti specifici a seconda delle circostanze.

Qual è il saldo minimo su conto corrente per il visto Skilled Worker?

Solitamente i candidati devono possedere almeno 1.270,00 sterline sul proprio conto bancario per dimostrare di avere risparmi sufficienti per potersi mantenere nel Regno Unito. Tali risparmi devono essere disponibili per almeno 28 giorni consecutivi.

Nel caso in cui il partner e i figli si trasferiscano con il lavoratore qualificato, occorre dimostrare la disponibilità anche di:

  • £285 per il partner;
  • £315 per un figlio;
  • £200 per ogni figlio aggiuntivo.

In alternativa, il datore di lavoro può dichiarare sul CoS di coprire i costi del candidato e della famiglia durante il primo mese di permanenza nel Regno Unito. In questo caso, il richiedente visto non deve dimostrare personalmente le proprie risorse economiche.

Quali sono i tempi di elaborazione per il visto Skilled Worker?

È possibile richiedere il visto fino a 3 mesi prima della data di inizio di lavoro e i tempi standard di elaborazione della domanda – dopo la concessione del CoS – sono di 8 settimane.

L’UKVI (“UK Visas and Immigration”) inizia ad elaborare le domande solo dopo che i candidati hanno dimostrato la propria identità, utilizzando l’apposita applicazione oppure presentandosi all’appuntamento presso il centro visti. Una volta approvata la domanda, viene inviata una decisione per lettera o e-mail.

In alcuni casi, i tempi di elaborazione possono essere più lunghi, ad esempio se le informazioni fornite nella domanda non sono accurate o la documentazione di supporto deve essere verificata.

È anche possibile richiedere una decisione più rapida acquistando il “priority service” del governo (se disponibile al momento della richiesta). In questo caso si dovrà pagare all’UKVI 500 sterline oltre alla tassa governativa standard, e si otterrà una decisione sul rilascio del visto in 5 giorni lavorativi.

Richiesta del visto per i familiari

Posso portare il coniuge nel Regno Unito con un visto Skilled Worker?

Il coniuge e i figli del richiedente del visto Skilled Worker possono richiedere un visto per familiari a carico del richiedente principale. Secondo le norme sull’immigrazione del Regno Unito, sono considerati familiari a carico:

  • Il marito o la moglie, il partner civile o il partner non sposato;
  • Il figlio di età inferiore ai 18 anni o superiore ai 18 anni se si trova già nel Regno Unito a carico del richiedente principale.

In assenza di un’unione civile o di un matrimonio ufficialmente riconosciuto nel Regno Unito, i partner dovranno dimostrare di aver vissuto insieme in una relazione domestica per un minimo di 2 anni prima della richiesta del visto.

Il familiare di un lavoratore qualificato può lavorare nel Regno Unito?

I familiari a carico di un lavoratore qualificato possono lavorare – tranne che come sportivi o allenatori – a condizione che il titolare del visto principale continui a lavorare nel suo ruolo per cui è stato sponsorizzato.

I familiari a carico possono anche studiare e richiedere l’ILR (indefinite leave to remain) se soddisfano i requisiti. Tuttavia, non possono fare domanda di accesso ai sussidi statali.

I familiari a carico possono convertire il loro visto per famiglia in un visto Skilled Worker?

I familiari a carico possono convertire il loro visto in un visto Skilled Worker, a condizione che soddisfino i requisiti.

Il vantaggio principale di avere un visto Skilled Worker piuttosto che un visto per familiari è che lo status di immigrazione non è legato al titolare principale del visto, bensì al proprio ruolo nel Regno Unito.

Durata del visto per lavorare in UK

Il visto Skilled Worker è temporaneo o permanente?

Il visto lavorativo UK Skilled Worker può durare fino a 5 anni e può portare alla residenza permanente. Alla scadenza del visto, infatti, si può decider di estenderlo oppure di richiedere l’ILR per stabilirsi definitivamente nel Regno Unito.

L’ILR dà il vantaggio di poter richiedere accesso ai sussidi statali, se ne sussistono i requisiti.

Per quanto tempo si può rimanere fuori dal Regno Unito con il visto Skilled Worker?

Se volete richiedere l’ILR dopo 5 anni di visto Skilled Worker, le autorità preposte verificheranno che abbiate effettivamente vissuto nel Regno Unito durante questi 5 anni (“residenza continua”).

In particolare, controlleranno il tempo trascorso fuori dal Regno Unito per assicurarsi che non abbiate trascorso più di 180 giorni fuori dal Paese nell’arco di 12 mesi.

Costo del visto lavorativo UK

Quanto costa visto lavorativo UK?

Le tasse governative per la richiesta di un visto Skilled Worker possono essere piuttosto elevate. Infatti, corrispondo a:

  • Da £719 a 1.500 sterline come tassa di richiesta;
  • £624 all’anno per la “healthcare surcharge”.

Oltre a ciò, come anticipato i candidati devono dimostrare di possedere un minimo di risparmi, a meno che il datore di lavoro non garantisca per loro.

Chi paga per il visto Skilled Worker nel Regno Unito?

Oltre alla tassa di richiesta e al supplemento per l’assistenza sanitaria, c’è un’ulteriore tassa chiamata immigration skills charge che deve essere sostenuta dal datore di lavoro, a meno che il ruolo non rientri nell’elenco dei codici di occupazione che sono esenti da tale tassa.

L’ammontare dell’importo dipende dalle dimensioni dell’azienda e dal periodo di tempo in cui il lavoratore vi sarà impiegato. Nel caso di aziende di medie o grandi dimensioni, la tassa è pari a 1.000 sterline all’anno. Tale costo è inteso per lavoratore e non deve essere corrisposto anche per i familiari a carico.

Ottieni un preventivo gratuito

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Riferimenti Normativi

Home Office – UK Visas and Immigration

Fonte

Non perderti gli ultimi aggiornamenti

Ricevi aggiornamenti gratuiti dai nostri Esperti su immigrazione, diritto del lavoro, tassazione e altro ancora.