Supporto da A&P

Sponsor per visti UK: come ottenere la licenza

Nella maggior parte dei casi, per poter lavorare nel Regno Unito, un cittadino straniero deve essere ufficialmente sponsorizzato da un datore di lavoro britannico in possesso di licenza di sponsor.

Indice dei Contenuti

Italy Covid

Operiamo in
Italia e nel mondo

Siamo
Relocation Experts

Qualità
ISO 9001

La Licenza di Sponsor nel Regno Unito consente alle organizzazioni di assumere cittadini stranieri. Questo coinvolge un processo di domanda formale e il rispetto delle norme e dei regolamenti sull’immigrazione in UK. La licenza deve essere richiesta dal datore di lavoro direttamente all’Home Office.

Prima di concederla, l’Home Office si assicurerà di verificare che il datore di lavoro sia un’azienda reale e finanziariamente stabile e che i ruoli da sponsorizzare siano credibili e in linea con la qualifica e la retribuzione.

Infatti, le aziende devono sponsorizzare i lavoratori per esigenze reali e non creare offerte di lavoro solo per facilitare l’ingresso in Regno Unito di un determinato lavoratore. Una volta ottenuta la licenza di sponsor, il datore di lavoro può decidere di sponsorizzare diversi tipi di visti di lavoro UK.

Tipologie di licenza di sponsor UK

Esistono diversi tipi di licenza di sponsor. I datori di lavoro devono assicurarsi di richiedere quello corretto, per evitare potenziali problemi o limitazioni.

Il tipo di licenza corretta dipende da come sono classificati i lavoratori che si intende sponsorizzare, ovvero:

  • Workers” – per lavoratori qualificati o impieghi a lungo termine; oppure
  • Temporary workers” – per specifici tipi di impiego temporaneo.

La buona notizia è che è possibile richiedere una licenza “ampia” che copra entrambe le tipologie di lavoratori.

Quali visti possono essere sponsorizzati con una “worker license”?

La “worker license” consente ai datori di lavoro di sponsorizzare:

  • Visti Skilled Worker: è il principale visto di lavoro nel Regno Unito destinato ai lavoratori qualificati da assumere in loco (noto anche come ex visto generale “Tier 2”);
  • Visti Senior or Specialist Worker (strategia di Global Business Mobility): è destinato ai dipendenti di un’impresa estera avente una filiale o una consociata nel Regno Unito, i quali vengono assegnati a lavorare per quella filiale o consociata britannica per un periodo temporaneo.

Quali visti possono essere sponsorizzati con una “temporary worker license”?

La “temporary worker license”, invece, consentirà ai datori di lavoro di sponsorizzare:

  • Visti Service supplier (strategia di Global Business Mobility): consente ai lavoratori di trasferirsi nel Regno Unito a lavorare per un datore di lavoro per un periodo temporaneo;
  • Visti UK Expansion worker (strategia di Global Business Mobility): destinato ai lavoratori inviati nel Regno Unito per aprire una nuova filiale o una consociata di un’azienda estera.

Come posso controllare la mia licenza di sponsor UK?

I datori di lavoro possono controllare la propria licenza di sponsor attraverso il cosiddetto Sponsorship Management System (SMS).

Lo SMS può essere utilizzato anche per intraprendere azioni quali:

  • la gestione o il rinnovo della licenza;
  • la creazione e l’assegnazione di Certificati di Sponsorizzazione (CoS) per nuovi candidati;
  • per segnalare modifiche relative ai propri dipendenti sponsorizzati; o
  • per segnalare mutazioni avvenute nell’azienda (come un cambio di proprietario o di sede).

Requisiti per diventare sponsor in Regno Unito

Quali sono i requisiti per la licenza di sponsor UK?

Per cominciare, un’azienda britannica che voglia richiedere una licenza di sponsor dovrà nominare personale – all’interno dell’azienda – che possa svolgere alcuni ruoli specifici.

Tali ruoli sono:

  • Authorizing officer“: questo ruolo deve essere ricoperto da una persona senior e competente che sarà responsabile delle azioni del personale e dei rappresentanti che utilizzano l’SMS;
  • Key contact person“: è il principale punto di contatto con le autorità britanniche;
  • Level 1 User“: è il responsabile della gestione quotidiana della propria licenza. Una volta impostata la licenza, l’azienda può anche nominare un “Level 2 User” aggiuntivo. Tale utente avrà accesso limitato (potrà gestire l’SMS ma con alcune restrizioni alle azioni che può intraprendere).

Questi ruoli possono essere ricoperti dalla stessa persona o anche da persone diverse.

Chi può ottenere la licenza di sponsor nel Regno Unito?

Il personale che assumerà i ruoli sopra citati dovrà prima sottoporsi ad alcuni controlli di idoneità. Questi controlli possono include un accertamento della mancanza di condanne penali o precedenti multe da parte del UKVI negli ultimi 12 mesi, o in generale una conferma che tale personale non abbia violato la legge.

Inoltre, il personale deve risiedere per la maggior parte di tempo nel Regno Unito e non deve essere un appaltatore o un consulente assunto per un progetto specifico. In aggiunta, non deve essere soggetto a ordini di restrizione per bancarotta o avere precedenti di non conformità con i requisiti di sponsor.

Infine, il personale destinato a tali ruoli deve essere personale retribuito dell’azienda o titolare di cariche aziendali.

L’azienda può delegare terzi a svolgere i ruoli di gestione della licenza di sponsor?

In base alle linee guida del governo britannico, almeno un Level 1 User deve essere un dipendente, partner o direttore dell’azienda. Tuttavia, è possibile decidere di nominare anche altri Level 1 User o Level 2 User aggiuntivi, non interni all’azienda ma impiegati di organizzazioni terze.

L’azienda può anche decidere di assegnare uno dei tre ruoli (tranne il ruolo di Authorizing Officer) a un legale domiciliato nel Regno Unito. Il legale deve essere qualificato come consulente o fornitore di servizi di immigrazione.

Richiedere la licenza di sponsor UK

La richiesta di licenza di sponsor UK si presenta online.

Come parte del processo di richiesta, il datore di lavoro deve inviare alcuni documenti a supporto. Tali documenti variano a seconda del tipo di azienda (ad esempio: start-up, piccola azienda, azienda medio-grande) e del visto che si vuole sponsorizzare (strategia global mobility, lavoratore qualificato, etc.).

Quanto tempo occorre per ottenere l’approvazione della licenza di sponsor?

Solitamente, questo tipo di domande viene gestito in massimo 8 settimane. È però possibile acquistare un servizio prioritario (“priority fee”) così da ottenere una decisione in 10 giorni lavorativi.

Tuttavia, il servizio prioritario è limitato a un numero fisso di domande ogni giorno, quindi non è sempre garantito e disponibile.

Per quanto tempo è valida la licenza di sponsor?

Una volta approvata la domanda, lo sponsor otterrà una licenza con rating A, che potrà essere utilizzata per assegnare i Certificati di Sponsorizzazione (CoS).

Tale licenza è solitamente valida per 4 anni.

Cosa è il “register of licensed sponsors” in Regno Unito?

Una volta approvata la licenza, la vostra azienda sarà inserita nel cosiddetto “register of licensed sponsors”. Tale registro è un elenco delle organizzazioni autorizzate a sponsorizzare i lavoratori.

Quanto costa la licenza di sponsorizzazione nel Regno Unito?

Per richiedere e ottenere la licenza di sponsor, il datore di lavoro deve pagare le relative tasse governative. L’importo della tassa governativa dipende dal tipo di licenza che si sta richiedendo e dal tipo di organizzazione.

A titolo informativo, per le aziende di piccole dimensioni, la tassa per avere una “worker license” è pari a £536. Per gli sponsor di medie o grandi dimensioni, invece, la tassa per una “worker license” è pari a £1.476.

Le tariffe possono essere soggette a variazioni, a seguito di aggiornamento periodico da parte del governo britannico.

La licenza di sponsor può essere revocata?

La licenza può essere declassata o addirittura revocata se lo sponsor non adempie alle proprie responsabilità. Queste includono, ad esempio, verificare che i lavoratori da sponsorizzare abbiano le competenze e le qualifiche necessarie, e che vengano rispettate le leggi britanniche in materia di occupazione.

Inoltre, lo sponsor deve disporre di un sistema di monitoraggio delle risorse umane, per assicurarsi che:

  • lo status di immigrazione del lavoratore sia controllato (es.: conservando copie dei documenti del lavoratore);
  • la sua presenza sul posto di lavoro sia monitorata; ed
  • eventuali modifiche al rapporto di lavoro siano notificate.

Infine, lo sponsor deve segnalare all’UKVI qualsiasi cambiamento significativo della propria attività. I cambiamenti significativi possono includere:

  • la circostanza in cui l’azienda abbia cessato l’attività oppure sia diventata insolvente;
  • la natura dell’attività è cambiata sostanzialmente; o
  • l’azienda è coinvolta in una fusione o acquisizione.

Come richiedere nuovamente una licenza di sponsorizzazione?

In caso di inadempienza alle responsabilità di sponsor, la licenza con rating A potrebbe essere declassata a una licenza con rating B. In questo caso, non sarà possibile richiedere nuovi certificati di sponsorizzazione finché l’azienda non avrà apportato i miglioramenti necessari per tornare a un rating A.

Per aggiornare la licenza, occorrerà seguire uno specifico piano d’azione. Una volta completati tutti i passaggi, la licenza sarà di nuovo classificata come A.

Infine, si specifica che gli sponsor possono avere al massimo due valutazioni B durante i 4 anni di validità della licenza.

Se non riescono a completare il piano d’azione, la licenza verrà revocata e lo sponsor dovrà attendere almeno 12 mesi prima di poter richiedere una nuova licenza.

Riferimenti Normativi

Home Office – UK Visas and Immigration

Fonte

Ottieni un preventivo gratuito

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Non perderti gli ultimi aggiornamenti

Ricevi aggiornamenti gratuiti dai nostri Esperti su immigrazione, diritto del lavoro, tassazione e altro ancora.