Supporto da A&P

La Carta BTP in Francia

La Carta BTP è una tessera obbligatoria che tutti i lavoratori coinvolti in lavori pubblici e/o edili devono richiedere.

Indice dei Contenuti

Operiamo in
Italia e UE

Posted Workers Alliance

Qualità
ISO 9001

Dal 17 marzo 2017, in seguito alla cosiddetta Legge Macron n. 2015-990 del 6 agosto 2015 per la crescita, l’attività e le pari opportunità economiche, è in vigore l’obbligo di richiedere la Carta BTP, anche per i lavoratori distaccati in Francia, ogni qual volta si operi presso un cantiere edile o di lavori pubblici.

Il datore di lavoro i cui dipendenti eseguono, dirigono o organizzano, anche in via occasionale, secondaria o accessoria, lavori edili o di pubblica utilità è tenuto a richiedere la tessera BTP per i dipendenti coinvolti nei suddetti servizi.

Cos’è la Carta BTP

La Carta BTP (Batiment et travaux publics) è una carta professionale rilasciata dalla Union des Caisses de France CIBTP per i lavoratori che operano nel settore edilizio o dei lavori pubblici. Il cartellino identificato contiene i dati anagrafici principali del lavoratore e una foto identificativa.

In caso di controllo, tale documento dev’essere obbligatoriamente esibito alle autorità del lavoro che ne fanno richiesta, al fine di contrastare il lavoro irregolare e la concorrenza sleale.

Chi deve richiedere la Carta BTP

La Carta BTP è obbligatoria per tutti i lavoratori che svolgono una o più attività tra quelle elencate nell’articolo R.8291-1 del codice del lavoro francese. Tali attività hanno luogo in cantieri edili o di un’opera pubblica, quali:

  • scavo,
  • sbancamento,
  • drenaggio,
  • costruzione,
  • montaggio e lo smontaggio di elementi prefabbricati, di allestimenti interni o esterni o di attrezzature,
  • ripristino o ristrutturazione,
  • demolizione o trasformazione,
  • pulizia, manutenzione o riparazione delle opere,
  • revisione o restauro, nonché
  • tinteggiatura e pulizia relative a tali opere e tutte le operazioni direttamente connesse.

L’obbligo si applica non solo alle imprese stabilite in Francia. Di fatto, anche le aziende straniere, stabilite all’estero, che distaccano i propri lavoratori in Francia, sono soggette a quest’obbligo. Allo stesso modo, anche i lavoratori interinali sono soggetti a questa disposizione.

Esenzioni dalla Carta BTP in Francia

Sono tuttavia presenti delle deroghe. Alcune categorie specifiche di lavoratori sono infatti esentate, come per esempio:

  • Lavoratori che non concorrono direttamente ai lavori:
    • I lavoratori che non si recano fisicamente sul cantiere (es. dirigenti, responsabili di servizi di supporto come la gestione paghe).
    • Dipendenti non coinvolti nella conduzione di operazioni fisiche e nella supervisione diretta dei cantieri.
    • Tirocinanti (tenendo presente che il tutor deve essere in grado di presentare la documentazione che attesti lo status di tirocinante).
    • Lavoratori che svolgono un’attività di pulizia se questa si svolge dopo la data di consegna di un cantiere (costruzione di un’opera o altro, come un cantiere di allestimento o ristrutturazione di interni, ecc.)
  • Architetti, diagnosti immobiliari, geometri, coordinatori della salute e della sicurezza, autisti e addetti alle consegne, geometri e periti, anche quando lavorano in un cantiere edile o di lavori pubblici.
  • Dipendenti che lavorano in un cantiere per conto di un individuo privato.

Come si richiede la Carta BTP e validità

L’azienda distaccante che sta mandando uno o più lavoratori per lavori di costruzione e di edilizia devono richiedere la Carta BTP in seguito all’invio della notifica di distacco SIPSI.

In ogni caso, dovrà essere richiesta prima dell’inizio dell’attività.

La procedura è interamente telematica e si svolge sul sito ufficiale dell’amministrazione francese. Sostanzialmente, il processo di richiesta avviene in pochi semplici passaggi:

  • dopo aver creato un account per la propria azienda, è possibile importare i dati di ciascun dipendente direttamente dal portale SIPSI.
  • Ciò si può effettuare dopo aver precedentemente trasmesso la dichiarazione preliminare di distacco sul sito francese.
  • Sarà quindi necessario caricare una foto identificativa del lavoratore e confermare la richiesta pagando il costo di servizio.
  • Inoltre, verrà emessa una Carta BTP per ogni lavoratore per il quale sarà richiesta.

La carta BTP è valida per l’intera durata dell’intervento così come indicata sulla notifica SIPSI alla quale è collegata. In questo modo, il sistema aggiorna automaticamente la validità del documento anche in caso di estensione o rettifica del periodo di trasferta nella relativa dichiarazione preliminare di distacco. In caso di nuova notifica SIPSI, sarà necessario richiedere nuovamente la Carta BTP per i/il lavoratori/e coinvolti/o.

Sanzioni in caso di inadempienza

In caso di inadempienza dell’obbligo di richiesta della carta BTP, il datore di lavoro è passibile di un’ammenda amministrativa.

L’importo massimo della sanzione è di € 4.000 per dipendente e di € 8.000 in caso di recidiva entro due anni dalla data della prima infrazione.

Ad ogni modo, l’importo totale dell’ammenda non può superare i € 500.000 per azienda.

Ottieni un preventivo gratuito

Riferimenti Normativi

Legge Macron n. 2015-990 del 6 agosto 2015 per la crescita, l’attività e le pari opportunità economiche

Fonte

Scopri di più sul Distacco dei Lavoratori in Europa

Scopri di più con le nostre guide approfondite sul Distacco dei Lavoratori nei Paesi UE. Se non sai da dove cominciare, puoi sempre dare un’occhiata al distacco dei lavoratori in Europa.

Prenota Video-call

Ricevi supporto professionale con una consulenza online con A&P.

Se ti affiderai a Studio A&P, il costo della call verrà sottratto dal preventivo finale.

Non perderti gli ultimi aggiornamenti

Ricevi aggiornamenti gratuiti dai nostri Esperti su immigrazione, diritto del lavoro, tassazione e altro ancora.