Un nuovo visto lavoro-vacanza tra Italia e Giappone

Italia e Giappone rilasciano un visto speciale per promuovere una maggiore cooperazione e facilitare le misure di ingresso.

I governi italiano e giapponese si sono accordati su un nuovo “visto per motivi di vacanze-lavoro” per offrire soluzioni di ingresso più semplici ai loro cittadini. L’obiettivo è quello di promuovere la cooperazione tra i due Paesi e offrire maggiori opportunità ai loro cittadini – soprattutto ai più giovani – alla luce del reciproco apprezzamento dello stile di vita e della cultura generale di ciascun Paese.

Indice dei contenuti:

  1. Come funzionerà il visto giapponese per i cittadini italiani?
  2. Come funzionerà il visto italiano per i cittadini giapponesi?
  3. C’è un limite al numero di visti che verranno rilasciati?
  4. Chi può richiedere il visto speciale per lavoro-vacanza
  5. Dove richiedere il visto
  6. Normativa
  7. Supporto A&P
  8. Prenota una telefonata
  9. Ottieni un preventivo

 

1. Come funziona il visto giapponese per i cittadini italiani?

Il Governo giapponese consentirà ai cittadini italiani in possesso di un visto per vacanze-lavoro di soggiornare in Giappone come partecipanti al programma di vacanze-lavoro per un periodo di 1 anno dalla data di ingresso, consentendo loro di svolgere un’attività professionale senza ottenere un permesso di lavoro.

Tale attività è considerata ausiliaria alla vacanza, al fine di sostenere i fondi per le spese di viaggio secondo la normativa vigente in Giappone.

2. Come funziona il visto italiano per i cittadini giapponesi?

Il Governo italiano consentirà anche ai cittadini giapponesi in possesso di un visto per vacanza-lavoro di soggiornare in Italia come partecipanti al programma vacanza-lavoro per un periodo di 1 anno dalla data di ingresso.

I cittadini giapponesi potranno svolgere attività professionali per un periodo non superiore a sei (6) mesi senza ottenere un permesso di lavoro, anche con datori di lavoro diversi.

Similmente a quanto stabilito dal Governo giapponese, tale attività lavorativa è da considerarsi come attività ausiliaria alla vacanza, al fine di sostenere i fondi per le spese di viaggio, in conformità con la normativa vigente in Italia.

3. C’è un limite al numero di visti che verranno rilasciati?

Sì. L’Italia e il Giappone stabiliscono annualmente il numero massimo di visti per vacanza-lavoro che saranno rilasciati ai cittadini di ciascun Paese.

4. Chi può richiedere il visto speciale per lavoro-vacanza?

Per poter ottenere il visto per motivi di lavoro, i cittadini giapponesi e italiani devono soddisfare i seguenti requisiti:

  1. Entrare nel Paese ospitante principalmente per trascorrere le vacanze;
  2. Avere un’età compresa tra i 18 e i 30 anni al momento della richiesta del visto;
  3. Non essere accompagnati da persone a carico, ad eccezione di quelle in possesso di un visto per vacanze-lavoro o di un altro visto rilasciato da quel Paese;
  4. Possedere un passaporto valido per almeno 3 mesi in più rispetto al periodo di soggiorno previsto e un titolo di viaggio di ritorno o fondi sufficienti per acquistarlo;
  5. Disporre di mezzi di sostentamento sufficienti per mantenersi nel Paese ospitante, in conformità con le norme nazionali in vigore;
  6. Aver intenzione di lasciare il Paese ospitante al termine del soggiorno senza modificare il proprio status di residenza durante il soggiorno;
  7. Non aver ottenuto in precedenza un visto per vacanza-lavoro da quel Paese;
  8. Rispettare tutti i requisiti sanitari imposti dal Paese;
  9. Possedere un’assicurazione sanitaria sufficiente;
  10. Non avere precedenti penali.

 

Ulteriore e ovvio requisito è l’intenzione di rispettare le leggi e i regolamenti in vigore nel Paese ospitante durante il soggiorno.

5. Dove richiedere il visto

Il visto speciale per vacanza-lavoro può essere ottenuto attraverso l’ambasciata o il consolato del Paese ospitante situato nel Paese di origine.

I richiedenti potrebbero essere sottoporsi a un colloquio con i rappresentanti dell’Ambasciata o del Consolato per determinare la loro idoneità.

Come possiamo aiutarvi

Studio A&P può aiutarvi a richiedere un visto o un permesso di soggiorno. Possiamo svolgere l’intero processo online, supportandovi durante l’intera procedura.

Passi semplici e veloci per ottenere un visto italiano:

  1. Contattateci prima di arrivare in Italia;
  2. Analizzeremo il vostro caso specifico;
  3. Riceverete una consulenza ad hoc su adempimenti, tempi e costi della procedura;
  4. Riceverete un supporto completo nella preparazione e nella presentazione di tutti i documenti necessari;
  5. Vi informeremo sugli adempimenti obbligatori da completare al vostro arrivo in Italia.

 

Per maggiori informazioni, date un’occhiata alla nostra lista completa di visti italiani per trovare quello più adatto a voi.

Assistenza su come ottenere un permesso di soggiorno italiano

  1. A&P coordinerà con voi un appuntamento presso l’autorità competente per la richiesta;
  2. A&P vi assisterà durante l’appuntamento per il rilevamento delle impronte digitali;
  3. Infine, A&P monitorerà la domanda e vi contatterà per fissare un appuntamento dedicato per il ritiro del permesso definitivo.

 

Compilate il modulo sottostante per richiedere un preventivo dai nostri Esperti o prenotate direttamente una chiamata per ricevere una consulenza dedicata con A&P.

Più di

0

anni d’esperienza

I nostri Team di Esperti hanno una consolidata esperienza nella gestione del distacco dei lavoratori, pratiche d’immigrazione e servizi fiscali in Italia e nel mondo.

Scelti da

0

clienti nel 2021

Prenota una call con i nostri Esperti

Scegli data e ora che preferisci per prenotare una consulenza con i nostri Esperti. Tariffa per 30 minuti: €65,00 tutto incluso.

Richiedi un preventivo al form sottostante