Lettera d’invito PU per il visto di lavoro cinese (Z): esenzione per categorie di richiedenti

Annunciata una parziale abolizione dell'obbligo della lettera PU, ma solo per alcune categorie di visti di lavoro.

Le autorità cinesi hanno confermato la parziale abolizione del requisito di una lettera PU per ottenere un visto di tipo (Z) per svolgere attività lavorative in Cina. L’esenzione è stata annunciata nelle scorse settimane attraverso vari siti web delle Ambasciate cinesi in diversi Paesi e regioni e si applicherà solo a specifiche categorie di visti di lavoro.

Indice dei contenuti

  1. Cos’è una lettera PU?
  2. Nuovi requisiti per ottenere un visto di lavoro (tipo Z)
  3. Procedura per richiedere un visto di lavoro cinese (Z)
  4. Quadro normativo
  5. Come possiamo aiutarvi
  6. Prenota una telefonata
  7. Ottieni un preventivo

 

1. Che cos’è la lettera PU?

La lettera PU è un requisito per la richiesta del visto imposto dal governo cinese da marzo 2020, durante la pandemia COVID. Si tratta di una lettera d’invito generale che era necessaria a qualsiasi cittadino straniero che volesse lavorare in Cina. Fino all’ultima disposizione di giugno 2022, era anche un documento richiesto per il visto Z.

1.1 Chi rilascia la lettera PU?

La lettera PU viene rilasciata dall’Ufficio Provinciale degli Affari Esteri dove ha sede l’azienda cinese che invita il richiedente.

È responsabilità dell’azienda ottenere la lettera PU del richiedente attraverso la rispettiva amministrazione locale.

Il rilascio della lettera PU è a discrezione delle autorità cinesi e di solito viene valutato caso per caso, tenendo conto di diversi aspetti quali:

  1. Profilo dell’azienda invitante;
  2. Mansione e responsabilità del richiedente e, soprattutto
  3. l’impatto negativo che l’azienda subirebbe in assenza del dipendente straniero.

 

1.2. Quanto tempo occorre per il rilascio di una Lettera PU?

L’ottenimento della Lettera PU può richiedere fino a 2-3 mesi. Questo requisito aveva allungato notevolmente la procedura di immigrazione per coloro che devono viaggiare per motivi di lavoro.

Tuttavia, a causa della diminuzione dell’effetto della pandemia, il governo cinese ha deciso di facilitare il processo di richiesta del visto (Z), eliminando il requisito della lettera PU per richiedere un visto di lavoro.

2. Nuovi requisiti per ottenere un visto per motivi di lavoro (tipo Z)

Alla luce degli ultimi sviluppi della pandemia COVID-19, l’Ufficio del Commissario del Dipartimento consolare accetterà le domande di visto Z sulla base di quanto segue:

  1. I richiedenti che intendono lavorare nella Cina continentale possono richiedere il visto Z presentando i documenti di routine. Le lettere di invito (PU o TE) rilasciate dalle autorità locali competenti non sono più necessarie. Tuttavia, è necessario fornire i certificati di vaccinazione completa del vaccino autorizzato o approvato per uso di emergenza dalla Cina o dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.
  2. Attenuazione dei requisiti per la richiesta di visto per la ripresa dell’attività e della produzione:
    • I familiari (compresi i coniugi, i genitori, i figli di età inferiore ai 18 anni, i genitori dei coniugi, i figli adulti e i loro coniugi che possono fornire una giustificazione sufficiente per visita immediata) dei cittadini stranieri che riprendono l’attività e la produzione nella Cina continentale, possono richiedere il visto con i documenti di routine, senza fornire le lettere di invito (PU o TE) e il vaccino completo.

 

3. Procedura per richiedere un visto di lavoro cinese (Z)

Per poter ottenere un visto di lavoro Z, i richiedenti devono:

  1. Ottenere prima il relativo permesso di lavoro (Notification Letter of a Foreigner’s Work and Permit in China). La richiesta della lettera di notifica deve essere presentata alle autorità locali dal datore di lavoro cinese o da un professionista delegato.
  2. Dopo il rilascio del permesso di lavoro, lo straniero può richiedere il visto d’ingresso per lavoro presso l’ambasciata cinese competente nella regione di residenza. La domanda può essere presentata direttamente dall’interessato oppure, nel caso in cui il richiedente abbia già ottenuto in precedenza il visto cinese e quindi abbia già rilasciato i propri dati biometrici, la domanda può essere presentata da un professionista delegato. In ogni caso, è possibile trovare l’ambasciata cinese più vicina in questo sito che elenca tutte le ambasciate cinesi nel mondo;
  3. Prima di partire per la Cina, dovrete verificare di essere in regola con i requisiti COVID19 per quanto riguarda le vaccinazioni e il rilascio dei codici di imbarco COVID19.
  4. All’arrivo in Cina, sarà necessario effettuare le relative registrazioni locali.

 

Come A&P può aiutarvi

Lo Studio Arletti & Partners è in grado di fornire un supporto completo durante l’intero processo di richiesta per aiutarvi a ottenere il permesso di lavoro cinese, il visto d’ingresso e anche le successive registrazioni dovute una volta entrati nel Paese.

Passi semplici e veloci su come ottenere il visto cinese:

  1. Contattateci prima di partire per la Cina;
  2. Analizzeremo il vostro caso;
  3. Riceverete una consulenza ad hoc su adempimenti, tempi e costi della procedura;
  4. Riceverete un supporto completo nella preparazione e nella presentazione di tutti i documenti pertinenti;
  5. Vi informeremo sugli adempimenti obbligatori da completare al vostro arrivo in Cina.

Richiedi un preventivo o prenota una telefonata

Compilate il modulo sottostante per ricevere il nostro preventivo entro 2 giorni lavorativi, oppure prenotate direttamente una telefonata con i nostri esperti scegliendo la data e l’ora che preferite!

Più di

0

anni d’esperienza

I nostri Team di Esperti hanno una consolidata esperienza nella gestione del distacco dei lavoratori, pratiche d’immigrazione e servizi fiscali in Italia e nel mondo.

Scelti da

0

clienti nel 2021

Prenota una call con i nostri Esperti

Scegli data e ora che preferisci per prenotare una consulenza con i nostri Esperti. Tariffa per 30 minuti: €65,00 tutto incluso.

Richiedi un preventivo al form sottostante